To main Content Block Back to top

Cannabis: più qualità di vita per i pazienti nelle cure palliative

Sab 30.11.2019

L'associazione dei pazienti Cannabis Social Club Bolzano, con il sostegno della Provincia Autonoma Bolzano, Dipartimento Salute, organizza la conferenza “Cannabis Medicinale: più qualità della vita per i pazienti delle cure palliative” il 30/11/2019 dalle ore 9.00 alle ore 16.00 in 
aula magna della Libera Università di Bolzano.

questa conferenza durante la quale medici, esperti e pazienti riporteranno le proprie esperienze e informeranno i presenti sull'efficacia e sull'utilizzo della Cannabis Medicinale per le persone con malattie croniche gravi

Medizinisches Cannabis: mehr Lebensqualität für Patienten der Palliativmedizin

I temi della conferenza:
  • Il miglioramento della qualità della vita per i pazienti delle cure palliative
  • La Cannabis nel trattamento del cancro
  • I preparati a base di Cannabis e i metodi di somministrazione
  • Accesso al medicinale e costo/situazione giuridica nella provincia di Bolzano
Medici altoatesini racconteranno le loro esperienze quotidiane:
  • Primario Dott. Massimo Bernardo, Hospice e Palliative Care Ospedale Bolzano
  • Primar Dott. Francesco Teatini, Neurologia Ospedale Bolzano
  • Dott. Roberto Pittini, Terapeuta del Dolore del Comprensorio Sanitario Merano
Ospiti
  • Dr. Marco Bertolotto – Direttore del Centro di Terapia del dolore e cure palliative dell’ospedale Santa Corona di Albenga e Pietra Ligure
  • Prim. Prof. Dott. Likar Rudolf – Presidente del dipartimento di anestesia e medicina generale intensiva presso il Centro interdisciplinare di terapia del dolore, oncologia e medicina palliativa dell’ospedale di Klagenfurt. (A)
  • Dott. Marco Ternelli – Specialista in pratica galenica della Cannabis Terapeutica, uno dei farmacisti più attivi in questo settore in Italia, Bibbiano (RE)
  • Avv. Lorenzo Simonetti – Consulente legale di associazioni per aspetti legati alla cannabis ... sostituito da Avv. Fabio Valcanover – Avvocato a Trento, specializzato in diritto penale  e  da convinto antiproibizionista, è da anni impegnato nelle questioni sociali dei più deboli.

Alla fine della manifestazione un appello è stato sottoscritto dai referenti e mandato ai rappresentanti della salute pubblica; 

 

Appello

Conferenza del 30/11/2019 nella Libera Università di Bolzano

A chi è rivolto:

Alla società altoatesina: politica, amministrazione, personale sanitario…

 

La situazione di partenza

La Cannabis è una preziosa alternativa terapeutica, specialmente nella terapia del dolore, in neurologia, in oncologia e nella medicina palliativa.

Il vantaggio di questo medicinale rispetto a quelli tradizionali risiede nella sua altissima efficacia terapeutica e nei suoi ridotti effetti collaterali. Questo è molto importante per una società che invecchia sempre di più e che vede una fetta sempre più grande di persone giovani affetta da malattie croniche. Bisogna allora curare e mantenere in salute la parte ancora sana del corpo e rispettare quest’ultimo nella sua interezza: la qualità della vita dei pazienti migliora e rende possibile una vita il più possibile autonoma.

 

Obiettivo

La Cannabis come medicina deve diventare nel prossimo futuro facilmente accessibile a tutti coloro che soffrono di patologie croniche.

 

Problema

Nonostante la Cannabis sia un antico rimedio naturale, utilizzata nel passato in tutte le culture al mondo per millenni, oggi è per lo più stigmatizzata come droga.

Questo causa in molte fette di popolazione una paura ad approcciarvisi. Le persone malate la evitano e non sfruttano le sue preziose proprietà terapeutiche. Il mondo scientifico invece ignora il tema, mentre la politica e l’amministrazione mostrano scarsa volontà a rendere disponibile ai pazienti questa alternativa terapeutica.

 

APPELLO

I relatori di questo convegno e i pazienti presenti hanno descritto la situazione in Alto Adige, da cui scaturisce la necessità di queste azioni:

  1. Rielaborazione e integrazione delle normative (ottimizzazione della delibera provinciale della Giunta provinciale di Bolzano N. 290/2018)

  2. Sensibilizzazione e informazione della popolazione

  3. Formazione e aggiornamento dei medici, dei farmacisti e di tutto il personale sanitario

  4. Studi clinici nel territorio (studio osservazionale)

 

I firmatari

Dr. Roberto Pittini – Terapeuta del Dolore del Comprensorio Sanitario Merano
Dr. Massimo Bernardo – Primar des Dienstes Hospice und Palliative Care Krankenhaus Bozen
Dr. Francesco Teatini – Primar der Abteilung Neurologie Krankenhaus Bozen
Dr. Marco Bertolotto – Direktor des Schmerztherapiezentrums und Palliativpflege Krankenhaus Santa Corona von Albenga und Pietra Ligure
Prim. Prof. Dr. Likar Rudolf – Vorstand der Abteilung für Anästhesie und allgemeine Intensivmedizin am Zentrum für Interdisziplinäre Schmerztherapie Onkologie und Palliativmedizin des LKH Klagenfurt (A)
Dr. Marco Ternelli – Spezialist in Pharmakologie von medizinischem Cannabis, aktivster Apotheker dieses Sektors in Italien, Bibbiano (RE)
Avv. Fabio Valcanover – Rechtsanwalt in Trient, Spezialist in Strafrecht und als überzeugter Antiproibizionist setzt er sich seit Jahren für soziale belange der Schwächsten ein. 

 

Realizzato con il sostegno di:

provinz