To main Content Block Back to top

L'utilizzo dei cannabinoidi nel trattamento delle forme di Cefalea farmacoresistenti


Consulenze mediche online - Applicazioni mediche della cannabis terapeutica
Serie di eventi del Cannabis Social Club 2021
 torna sulla lista di tutti gli eventi

 


L'utilizzo dei cannabinoidi nel trattamento di Emicrania e Cefalea farmacoresistenti

Valentina Florean

Dott.ssa Valentina Florean

Medico Nutrizionista con esperienza clinica in terapia con Cannabinoidi, CLINN srl., Milano

 

Quali sono esattamente i sintomi della cefalea? Come affrontiamo le forme di mal di testa resistenti ai farmaci? Quali sono i metodi di trattamento classici e cosa possono aspettarsi i pazienti da un trattamento con la Cannabis? Come possono ottenere la prescrizione necessaria per una terapia a base di Cannabis terapeutica?

Queste e altre domande sono state affrontate da esperti e professionisti medici, che ne hanno discusso con le persone interessate in una serata a tema. I risultati della consulenza medica possono essere letti qui, in più la registrazione video dell'intero evento può essere rivista. Il foglio informativo qua a destra può essere scaricato e stampato.

 

 

Cefalea ed emicrania


Cefalea è un termine che comprende diverse definizioni di mal di testa, suddivisi a seconda della frequenza e delle caratteristiche cliniche.

 L'emicrania è una tipologia di cefalea primaria con una sua specifica sede del dolore, durata, sintomi e trattamento.

I sintomi sono dolore localizzato al capo, in sede variabile a seconda del tipo di cefalea; nausea, vomito, aumentata sensibilità ai suoni e/o alla luce, lacrimazione, occhi gonfi, tensioni muscolari in schiena.

 

 

Trattamento classico


Nel trattamento classico esistono diversi tipi di approccio terapeutico. Normalmente vengono utilizzati antinfiammatori, analgesici, triptani, antiemetici nell'attacco acuto.

 

Il vantaggio di un trattamento farmacologico di questo tipo è da ricondurre alla possibilità di alleviare il dolore e rendere quindi la cefalea meno invalidante.

 

Tra gli svantaggi però ricordiamo la perdita di efficacia del farmaco se usato in modo cronico e/o la possibilità di non essere abbastanza efficace, nonché un’eccessiva assunzione.

Inoltre, queste tipologie di farmaci possono avere effetti collaterali importanti a lungo termine.

 

 

Trattamento con la Cannabis


Il trattamento a base di Cannabis è di pratica gestione, ha poche interazioni con altri farmaci ed è ben tollerato dal paziente anche a lungo termine, poiché non ha effetti collaterali significativi protratti nel tempo.

La tipologia adatta al trattamento è la Cannabis con THC al 5-8% e CBD al 6-12%.

L’ideale forma di somministrazione è per via orale o inalatoria, o entrambe a seconda dei casi.

Tra i vantaggi del trattamento a base di Cannabis troviamo la possibilità di personalizzare per ogni paziente la sua terapia individuale, legata al quadro clinico della persona. Una volta che il paziente impara a conoscere la Cannabis, la gestione della terapia sarà molto semplice.

La Cannabis, inoltre, lavora non solo sul sintomo principale ma anche su tante altre problematiche cliniche associate.

Gli effetti collaterali sono minimi e non a lungo termine.

 

 Lo svantaggio di questa terapia risiede nella necessità di una buona collaborazione da parte del paziente e talvolta un po' di pazienza per arrivare a trovare il dosaggio corretto.

Inoltre, la Cannabis non sempre è concessa dal SSN e non è sempre facilmente reperibile.

 Anche se gli svantaggi sono soprattutto pratici/logistici piuttosto che clinici, come ogni farmaco anche la Cannabis in alcuni casi può non ottenere gli effetti desiderati.

 

 

Approvvigionamento alla Cannabis


I pazienti adatti al trattamento sono soprattutto coloro che soffrono di dolore cronico di varia natura ed insonnia.

I pazienti non idonei hanno in anamnesi una cardiopatia con alterazioni del ritmo e pazienti con pregressi di attacchi psicotici importanti.

Per la prescrizione di Cannabis terapeutica ci si può rivolgere a tutti i medici che abbiano esperienza e competenza, caratteristiche indispensabili per poter inserire la Cannabis nel quadro clinico, spesso complesso, del paziente.

Per il mero aspetto prescrittivo qualunque medico può prescrivere la Cannabis su una ricetta medica “bianca”.

 Per attivare un piano terapeutico che permetta di averla gratuitamente tramite SSN deve essere prescritta da un medico specialista dipendente del SSN in Ospedale.

 

 

  Informazione e consulenza


Vuoi saperne di più sull'uso e la prescrizione della Cannabis terapeutica? L'associazione di pazienti Cannabis Social Club - Bolzano/Bozen fornisce informazioni e consulenza sul modo migliore per avvicinarsi alla Cannabis medica.

Associazione di Pazienti
Cannabis Social Club - Bolzano
Via Dante 2, Bolzano
Lu - Ve ore  09:00 - 17:00
Tel.: +39 0471 1817167

 

 

Guarda la registrazione


 L' evento serale su questo argomento si è tenuto online il 14/09/2021 e può essere rivisto qui.

Tavolo di discussione:

  • Dott.ssa Valentina Florean, esperta
  • Dott. Aldo Leonardo Berti, Medico di base, Bolzano
  • Dott. Roberto Pittini, Medico  di anestesia e terapia del dolore, Merano
  • Peter Grünfelder, Rappresentante Associazione Pazienti, Bolzano

 

 

 

Realizzato con il sostegno di


Abteilung Gesundheit - Autonome Provinz Bozen-Südtirol

 

Mediapartner

BeLeaf Magazin

Partner scientifico

IACM

 

 

Sponsor

Farmacia Druso Merano

Farmacie Bonvicini Bolzano

Farmacia Perini

Farmacia Ternell Bibbiano (MO)

Clinn Studio medico Milano

Bioteca, Fornitore di Cannabis legale

 

Ethical Banking Bolzano

 

Traincria Hemp - Produzione e Distribuzione di Canapa

Dutch Passion

Crystalweed - Vendita di cannabis light online in Italia

 

 

Avvertenza:
le informazioni qui contenute non sono da intendersi come alternative, integrative o sostitutive di disposizioni o indicazioni date da medici o altre figure professionali dell’ambito medico e farmaceutico. Le informazioni sono desunte da relazioni pubblicate in riviste scientifiche internazionali e da documenti ufficiali di enti pubbliche, tuttavia sconsigliamo di intraprendere terapie in modo personale.

Realizzato con il sostegno di:

provinz