Le aree mediche della Cannabis

Ci sono vari motivi per scegliere la cannabis come medicinale. Per esempio, quando vi è incompatibilità verso i farmaci convenzionali, nei casi di gravi effetti collaterali delle terapie standard in corso o risposte inadeguate a queste ultime. Emergono dunque delle ragioni inequivocabili per l’approccio a questa terapia. E ancora, i medicinali a base di cannabis contengono eccellenti proprietà che possono senz’altro convincere anche i pazienti più dubbiosi.

Aree mediche della Cannabis
Aree mediche della Cannabis

 

Caratteristiche principali della cannabis ad uso medico/terapeutico

  • Effetti collaterali esigui e non significativi nei confronti dei quali l’organismo sviluppa una propria resistenza interna e che scompaiono senza alcun intervento.

  • Medicinale al 100% naturale, che entra in una sintesi perfetta con il sistema endocannabinoide del corpo. Il rischio di dipendenza è molto basso, contrariamente alle false credenze.

  • Ha effetti rilassanti e in generale positivi sull'umore

  • Complementare e adiuvante nelle terapie tradizionali (per esempio nel dare sollievo durante l’uso di farmaci chemioterapici)

 

 

Situazione in ambito sociale

Gli effetti terapeutici in ambito medico della cannabis continuano ad essere approfonditi da ricerche intense (purtroppo non in Italia e non in Alto Adige). La conoscenza dei vari campi di applicazione è purtroppo poco diffusa. Le persone interessate si devono preoccupare di trovare le informazioni corrette e rivolgersi a quei medici più “ricettivi” (aperti) a questa tematica.


 

Un check personale (autovalutazione) della Cannabis

Si può facilmente capire se una malattia specificamente diagnosticata può essere trattata con la cannabis: basta digitare su un motore di ricerca la malattia diagnosticata unitamente a „cannabis“. A quel punto se ne saprà già molto di più!


 

Le competenze dell’accompagnamento medico-professionale

Bisogna sempre essere consapevoli: si tratta della Sua salute! Se si decide di usare la cannabis come medicinale, bisogna rivolgersi al proprio medico di fiducia. Ogni medico in Italia può prescrivere la cannabis!

P.S.: Nel caso in cui il Suo medico non fosse disponibile, troverà nella pagina “Acquisto legale” le informazioni necessarie per individuare le altre opportunità legali di acquisto dei preparati a base di cannabis.


 

Le applicazioni mediche

L’efficacia nella terapia del dolore, nella sclerosi multipla, nausea, vomito e cachessia, è ben documentata. Ma il potenziale farmacologico della cannabis non si esaurisce di certo qui e infatti comprende: alcune tipologie di cancro, sintomi di tipo psichiatrico (per es. disturbi del sonno, disturbi d’ansia, ADHS, disturbo bipolare, schizofrenia, depressione endogena), malattie infiammatorie dolorose (per es. colite ulcerosa, artrite), malattie autoimmuni (per es. morbo di Crohn), malattie neurologiche (per es. epilessia, Parkinson) le quali sono state trattate con successo con la canapa ed estratti di essa.
Una buona panoramica dei disturbi e delle malattie più comuni per i quali il trattamento della cannabis si è rivelato adatto, lo abbiamo appreso da questo grafico all’interno di un articolo molto interessante: "Cannabinoidi e virtù terapeutiche" (www.cannabisterapeutica.info)

Panoramica dei usi terapeutici della cannabis

 

Potete trovare inoltre una lista degli ambiti di applicazione supportati da studi clinici e resoconti di casi concreti nella seguente pagina: "Studi & Casi Clinici" International Association for Cannabinoid Medicines (IACM)

indicazioni terapeutice della Cannabis


 

Effetti collaterali indesiderati

Possono esserci i seguenti effetti collaterali: stanchezza, sensazione di vertigine, disturbi psichici fino alla paranoia; gli effetti collaterali fisici comprendono la secchezza delle fauci (bocca secca) tachicardia, abbassamento della pressione.

Tutti questi effetti collaterali non mettono in nessun modo in pericolo di vita, scompaiono in un breve lasso di tempo, con il riposo e nessun altro intervento specifico. I pazienti riportano inoltre di aver sviluppato velocemente una buona resistenza alla maggior parte di questi sintomi collaterali


 

Avviso

Le informazioni di questa pagina web si prestano come aiuto nell’orientamento di medici e pazienti.